STUDIO DENTISTICO FERRATO DOTT.SSA GLORIA

Studio Dentistico
FERRATO DOTT.SSA GLORIA

  • studio dentistico

  • sbiancamento dentale

  • detartrasi

  • ortodonzia

  • cure canalari

Cure dentali: trattamenti e interventi odontoiatrici

Le principali aree di intervento sono:

 

  • Radiologia
  • Igiene e prevenzione
  • Parodontopatia o piorrea
  • Conservativa
  • Endodonzia
  • Chirurgia ossea rigenerativa
  • Implantologia
  • Gnatologia
  • Ortodonzia

 

Radiologia

 

La Radiografia Endorale è la metodica più semplice e veloce per verificare le alterazioni nei singoli elementi dentali.

La rapida esecuzione e la minima esposizione alle radiazioni rendono RX Endorale una metodica di esaminazione sicura e chiara per il paziente.

Grazie all'utilizzo dei centratori e alle sofisticate macchine sviluppatrici ai fosfori, garantiamo l'esito dell'esame sempre nitido e facilmente leggibile

 

Igiene e prevenzione

L'igiene dentale è il passo principale per una buona salute del cavo orale. Grazie ad una professionale e stretta collaborazione tra il paziente e lo studio odontoiatrico, l'igiene risulta un pilastro fondamentale per la prevenzione della malattia Parodontale e delle lesioni cariose.

La motivazione del paziente, la competenza professionale e comunicativa dell'operatore ad un serio, attento e periodico lavoro di richiami sono la base per mirata prevenzione.

Le fasi di lavoro per una più completa igiene dentale sono

  • Rimozione del tartaro mediante apparecchiature ultrasuoni e strumenti manuali detti Courette;
  • La lucidatura avviene mediante l’utilizzo di una pasta lievemente abrasiva e lucidante per rendere le superfici più lisce e meno attaccabili dalla placca;
  • Lo sbiancamento avviene mediante l’ausilio di un'apparecchiatura che miscela acqua e bicarbonato di sodio e garantisce un efficace eliminazione delle macchie più anti estetiche per portare il dente quasi alla sua tonalità originale;
  • Applicazione di mascherine con gel al fluoro che permettono allo smalto di remineralizzarsi e di ridurre la sensibilità;
  • Lezione di igiene per una corretta igiene quotidiana con speciali strumenti a seconda della necessità del singolo paziente;

 

Parodontopatia o piorrea

È una malattia infiammatoria causata da accumuli di placca batterica e tartaro che si sui tessuti di sostegno del dente (gengiva, legamento Parodontale e osso alveolare).

Alcune volte può manifestarsi con sanguinamento gengivale, alito cattivo, gengive arrossate, gonfie, dolenti o retratte, ma spesso la malattia Parodontale è asintomatica, progredisce ed aggravarsi senza quasi accorgersene sino ad arrivare ad uno stadio avanzato legato alla mobilità dentale.

Per questo è fondamentale sottoporsi regolarmente a visite di controllo per poter captare e trattare la malattia tempestivamente o prevenirla.

Terapia

I trattamenti paradontali mirano all’eliminazione dei fattori eziologici (placca e tartaro) attraverso sedute di igiene e levigature radicolari, in associato a trattamenti di tipo chirurgico in base allo specifico quadro clinico ed alla sua gravità. Essendo una malattia cronica è necessario una volta risolta la fase acuta, mantenere la fase di riposo e prevenire riacutizzazioni mediante visite accurate e manovre di igiene quotidiana domiciliare.

Come si diagnostica la malattia Parodontale?

La diagnosi si basa sull' esame clinico e sull' esame radiografico.

Per conoscere la natura della perdita dei tessuti di sostegno dei denti, viene effettuato un sondaggio Parodontale, ovvero si rilevano una serie di misurazioni registrate con apposita cartella Parodontale, permettendoci così di ottenere una chiara situazione iniziale e stabilire un piano terapeutico insieme ai dati radiografici per la valutazione dell'andamento della patologia.

Gengivite

È una infiammazione dovuta da accumuli di placca batterica e tartaro, che si manifesta con sanguinamento dopo la pulizia quotidiana dei denti, con conseguente tumefazione, gonfiore dei tessuti gengivali e dolore gengivale.

Se si trascura la gengivite, l'infiammazione può estendersi ai tessuti profondi di sostegno del dente ed evolvere in parodontopatia o piorrea.

Terapia

La gengivite viene curata eliminando i fattori causali, tramite sedute di igiene finalizzate alla rimozione della placca batterica e degli accumuli di tartaro. Questa patologia è totalmente reversibile e tramite una corretta e accurata igiene quotidiana ed opportuni richiami di igiene si possono prevenire eventuali recidive.

 

Conservativa

 

Comprende una serie di procedure che permettono di conservare o di ripristinare la morfologia e la funzionalità dei denti, salvaguardando la salute del cavo orale e del paziente stesso. Grazie ai nuovi materiali e ai nuovi protocolli di adesione, l'operatore può risolvere patologie cariose ed inestetismi in modo rapido, estremamente conservativo e con minimo disagio per il paziente.

 

Endodonzia

 

Il trattamento endodontico conosciuto come devitalizzazione avviene quando è presente un'infiammazione della polpa e del nervo del dente che può causare la sua rimozione e detersione. Grazie alle nuove tecniche e alle moderne attrezzature presenti nel settore, la percentuale di successo di una cura canalare corretta e in condizioni normali è elevatissima.

Le fasi di lavoro sono le seguenti:

  • Anestesia locale;
  • Isolamento del campo operatorio mediante la diga di gomma (mezzo essenziale per una riuscita della devitalizzazione);
  • Apertura della camera pulpare con ingrandimenti ottici;
  • Misurazione dei canali tramite ad un localizzatore d' apice elettronico ed a una radiografia con minima esposizione alle radiazioni;
  • Strumentazione canalare mediante strumenti canalari manuali e meccanici che rimuovono la polpa e il nervo infettato dai batteri;
  • Lavaggi continui di ipoclorito di sodio, per ottenere un ambiente il più igienizzato e asettico possibile;
  • Otturazione canalare tramite la Guttaperca, gomma naturale malleabile al calore;
  • Ricostruzione del dente;
  • Controllo radiografico di fine lavoro.

 

Chirurgia ossea rigenerativa

Consiste nella ricostruzione del tessuto osseo e gengivale andato perso a seguito della malattia Parodontale o da altri processi patologici.

La tecnica consiste nell' utilizzare un innesto di biomateriale che verrà poi ricoperto da tessuti gengivali o da membrane protettive biocompatibili.

L' obiettivo di tale metodica è mirata nel ridurre i difetti ossei causati da malattia Parodontale o creare un quantitativo di tessuto osseo indispensabile all' inserimento di impianti.

PRF (Platelet Rich Fibrin)

Concentrato piastrinico ricco di fibrina autologa e fattori di crescita, ottenuto tramite un piccolo prelievo di sangue dal paziente e mediante un protocollo semplificato in assenza di manipolazione biochimica del sangue.

L' impiego del PRF negli innesti ossei facilita i processi post-chirurgici di cicatrizzazione accelerando l'integrazione e il rimodellamento del materiale utilizzato. L' impiego della membrana di PRF trova un valido impiego nella chirurgia Parodontale.

 

 

Implantologia

Tra le varie soluzioni per sostituire uno o più denti mancanti, c'è l'impianto dentale.

Cos'è un impianto dentale?

Un impianto dentale è pensato per la sostituzione della radice mancante e per mantenere il dente artificiale saldamente posizionato in sede.

Impianto dentale in sostituzione di un dente naturale

Un impianto dentale copia la natura, esso infatti è studiato per ancorarsi saldamente all'osso mascellare e tenere in posizione il dente.

Un impianto dentale è un piccolo pezzo in titanio, lega di titanio o ceramica, materiali generalmente ben tollerati dall'organismo umano.

Il titanio inoltre aderisce perfettamente all'osso.

Inserimento di un impianto

L'impianto dentale generalmente viene inserito chirurgicamente sotto anestesia locale.

Dopo la guarigione, la radice artificiale veste il ruolo di base per l'estremità visibile del dente.

Come avviene l'intervento

Questo avviene seguendo dei protocolli clinici.

Normalmente viene fatto ambulatorialmente in anestesia locale e dopo il posizionamento della vite implantare il paziente deve attenersi a delle indicazioni post operatorie.

Il periodo di osteointegrazione è di tre mesi per l'arcata mandibolare e quattro per quella mascellare, al termine del quale sarà possibile intervenire con l'applicazione del manufatto protesico.

Mantenimento ed igiene

Una corretta e scrupolosa igiene domiciliare, un sano stile di vita ed un periodico controllo dal proprio dentista, assicurano la buona riuscita di un trattamento.

Quando tutto questo viene a mancare è possibile che in alcuni casi avvenga un’infiammazione dei tessuti attorno all' impianto che causano un Perimplantite e la perdita dell'impianto stesso.

 

 

Gnatologia

La gnatologia è quella branca dell'odontoiatria molto complessa che interviene per il ripristino dei corretti rapporti temporo-mandibolari.

Le disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare, malocclusioni e o parafunzioni, come digrignamento, serramento e bruxismo, possono causare cefalea, dolori vicino all'orecchio, dolori cervicali, blocchi della mandibola.

 

 

Ortodonzia

 

L'ortodonzia è quella branca specialistica dell'odontoiatria che si occupa di prevenire, individuare e correggere le malposizioni dentarie e le disarmonie nella fase di crescita delle ossa mascellari.

L'ortodonzia nel bambino ha come principale obiettivo l'intercettamento e la gestione delle malocclusioni su base ereditaria e ambientale prima, che si consolidino nell'età adulta.

L'età consigliabile per una prima visita è dai 5-6 anni e possibilmente non dopo i 7 anni di vita. È possibile agire soprattutto sulla crescita delle ossa mascellari (ortopedia dento-facciale) attraverso l’ausilio di apparecchiature rimovibili o fisse al fine di ridurre o eliminare affollamenti dentali e anomalie del morso nei tre piani dello spazio.

Spesso si rivela utile un secondo approccio terapeutico nell’età adolescenziale, quando la dentatura adulta si è appena formata. Qui la terapia viene eseguita essenzialmente tramite l'applicazione di apparecchiature fisse Multibracket con il principale obbiettivo di rifinire e consolidare l'occlusione sia dal punto di vista funzionale che estetico e di produrre un sorriso piacevole e stabile.

Va ricordata l’opportunità di trattamento anche nell'età adulta. Sempre più pazienti ricorrono a cure ortodontiche a fine crescita a scopo estetico o funzionale o anche in concordanza ad altre procedure odontoiatriche quali la protesi e la cura delle problematiche gengivali (parodontologia).

 

 

Fonte: Dott. Mario GIOVANNIELLO Odontoiatra Spec. in Ortodonzia.

Sterilizzazione

Nel nostro studio la sterilizzazione è un fattore fondamentale che avviene seguendo specifici protocolli, il tutto sotto gli occhi dei nostri pazienti dato che la sala di sterilizzazione è divisa dal resto dello studio da una grande vetrata che consente di seguire passo dopo passo tutte le fasi sotto indicate.

 

Riteniamo che ogni paziente deve essere al corrente che tutti gli strumenti a contatto con mucose e liquidi enzimatici, quali il sangue, la saliva e molti altri presenti nel cavo orale, sono ad alto rischio di contagio, e per evitare che questo avvenga, gli strumenti vengono trattati o eliminati in rifiuti speciali se monouso.

 

Inoltre, ogni rischio di infezione si previene disinfettando accuratamente tutto ciò che si trova all'interno dell'ambulatorio alla entrata di ogni paziente. Tutto il personale dello studio ha conseguito corsi di aggiornamento per un totale rispetto nei confronti dei nostri pazienti.

Share by: